HOMEPAGE / Lavoro Dipendente / Economia: boom dei lavoratori interinali

Economia: boom dei lavoratori interinali

lavoro occasionale: la prestazione saltuaria Nei discordanti dati sul lavoro in Italia, nella zona del Milanese, in particolare quella di Milano, Lodi, Monza e della Brianza, stiamo assistendo ad un boom di domande per i lavoratori di tipo interinale (con contratto di somministrazione): + 32% in particolare nel IV trimestre del 2015, mentre rispetto al 2013 l’incremento è stato addirittura dell’82%. Scendendo nei dettagli il trend positivo è stato trainato dal raddoppio della richiesta di tecnici (+101%), che nel giro di un anno hanno visto crescere la propria ‘quota di mercato’ passando dal 12% al 18%, mentre restano difficili da reperire gli operai specializzati, comunque sempre meno richiesti. La richiesta di personale non qualificato è aumentata del 110%.

Va meglio insomma per i profili poco specializzati, rispetto a quelli specializzati, ed in particolari sono gli addetti al commercio i lavoratori che si trovano meglio, anche se vedono calare in modo rilevante la proprio quota di mercato che passa dal 50% al 39%, rispetto allo stesso periodo del 2014. Molto alte le richieste per gli addetti alle vendite, gli esercenti e gli addetti alle attività di ristorazione: sono proprio i camerieri dei ristoranti, quelli di albergo ed i cuochi di ristoranti ed alberghi ad essere in testa alla classifica dei profili più intermediati all’interno delle agenzie interinali.

Se è vero che non c’è molta richiesta per gli operai specializzati, è anche vero che non se ne trovano di molti, specie in alcuni settori, come nel caso di montatori e manutentori in particolare.

Si muove il mercato del lavoro, tra lavoratori interinali e non, quelli sopra enunciati i trend più vistosi di quest’ultimo periodo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.