HOMEPAGE / Liberi Professionisti / Regime Forfettario dei minimi per i Residenti all’estero

Regime Forfettario dei minimi per i Residenti all’estero

Anche i residenti all’estero potranno optare per l’adesione al nuovo regime forfettario dei contribuenti minimi di cui al D.Lgs 190/ 2014 ma a determinate condizioni e nel rispetto degli stessi requisiti minimi imposti per gli altri residenti in Italia e che sono inserite nel seguito.

Il principio generale non consentirebbe di sfruttare il regime forfettario tuttavia vi sono delle eccezioni che consentono anche ad alcuni residenti esteri in uno degli Stati membri dell’Unione europea o in uno Stato aderente all’Accordo sullo Spazio economico europeo che assicuri un adeguato scambio di informazioni, di aderire al regime agevolato. Nel seguito vi segnalo l’elenco dei paesi Europei e dello Spazio economico europeo.

Paesi membri dell’UE

IN ORDINE ALFABETICO

Spazio Economico Europeo SEE

Lo spazio Schengen è uno dei maggiori risultati raggiunti dall’UE. Si tratta di un’area senza frontiere interne, una zona all’interno della quale i cittadini, molti cittadini di paesi terzi, chi viaggia per affari e i turisti possono circolare liberamente senza essere sottoposti ai controlli di frontiera. Dal 1985 si è gradualmente allargata e attualmente comprende quasi tutti i paesi dell’UE e alcuni paesi associati che non appartengono all’UE.

Pur avendo abolito le loro frontiere interne, gli Stati Schengen hanno anche rafforzato i controlli alle loro frontiere esterne comuni sulla base delle norme Schengen per garantire la sicurezza di coloro che vivono o viaggiano in questo spazio.

Elenco dei paesi dello spazio Schengen

  • Austria
  • Belgio
  • Cechia
  • Danimarca
  • Estonia
  • Finlandia
  • Francia
  • Germania
  • Grecia
  • Islanda
  • Italia
  • Lettonia
  • Liechtenstein
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Malta
  • Norvegia
  • Paesi Bassi
  • Polonia
  • Portogallo
  • Slovacchia
  • Slovenia
  • Spagna
  • Svezia
  • Ungheria
  • Svizzera

Come funziona il regime forfettario agevolato dei minimi per i non residenti

Dovranno anche prendere in considerazione al normativa del paesi dove risiedono che potrebbero disciplinare la tassazione dei proventi o redditi ivi prodotti indipendentemente dal fatto che l’attività sia anche disciplinata in Italia.

Molto probabilmente sarà la convenzione contro le doppie imposizioni tra Italia e Paese estero di residenza a dirci come tassare il provento così ottenuto.

Come è stato chiarito nella circolare 9 del 2019 dell’Agenzia delle Entrate nessuna modifica hanno subito le cause ostative di cui alla lettera b) del comma 57, nella quale si dispone che non possono avvalersi del regime forfetario i soggetti non residenti, ad eccezione di coloro che risiedono in uno degli Stati membri dell’Unione europea o in uno Stato aderente all’Accordo sullo Spazio economico europeo che assicuri un adeguato scambio di informazioni.

Ulteriore condizione da rispettare e che limita di molto la possibilità di utilizzo del regime è che il reddito prodotto in Italia almeno il 75 per cento del reddito complessivamente prodotto. Questo significa che pur essendo residenti all’estero devono avere in Italia la maggior parte della la propria attività lavorativa.

Ulteriore condizione prevede alla successiva lettera c) che non possono avvalersi del regime forfetario i soggetti che effettuano, in via esclusiva o prevalente, operazioni di cessione di fabbricati e relative porzioni o di terreni edificabili (di cui all’articolo 10, comma 1, numero 8), del d.P.R. n. 633 del 1972), ovvero cessioni intracomunitarie di mezzi di trasporto nuovi (di cui all’articolo 53, comma 1, del D.L. n. 331 del 1993, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 427 del 1993).

Altri requisiti da rispettare

Vi segnalo naturalmente quali sono gli altri requisiti da rispettare per aderire al regime forfettario oltre alle condizioni specifiche previste per i non residenti.

Guide Gratuite

Nuova P.Iva con il Regime Forfettario dei Minimi 2019: imposta 15% o 5%: limite dei ricavi in sintesi e chi può accedere

Nuovo regime Forfettario dei Minimi 2019: novità, chi accede, cosa cambia e come si applica

Requisito della Novità per i Contribuenti Forfettari minimi 2019 con Imposta al 5% : domande e chiarimenti

Apertura partita Iva con Regime forfettario dei Contribuenti Minimi: La Guida Fiscale, i vantaggi e le novità

Limite all’acquisto di 20 mila Euro 2019 per il regime agevolato dei Minimi per beni strumentali, auto e altro

Regime Forfettario dei Minimi e Soci di SRL, SNC, SPA o Associazioni: quando scatta l’esclusione

Valuta l'articolo
[Totale: 0 Media: 0]

About Tasse-Fisco

Tasse-Fisco
Dottore Commercialista Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili e Revisore Legale con la passione per il diritto Tributario e Societario e Esperto nella Consulenza Aziendale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.