HOMEPAGE / Liberi Professionisti / I codici tributo F24 dei liberi professionisti Irpef, Irap, Iva, registro e altri tributi locali in sintesi

I codici tributo F24 dei liberi professionisti Irpef, Irap, Iva, registro e altri tributi locali in sintesi

Sapere quali sono tutti i codici tributo Irpef, Irap, Iva, sugli immobili che usano i professionisti e ricordarli non è facile quindi per venire incontro alle esigenze dei lettori potete consultare questa sintesi con i relativi articoli di approfondimento sempre al fine darvi no strumento veloce di consultazione e pratico oltreché gli importanti articoli che vi rimanderanno alle modalità di compilazione.

Spesso vi sono infatti contribuenti titolari di partita iva che decidono di non affidarsi a professionisti e anche professionisti che si affidano a commercialisti o a CAF ma non capiscono e vogliono approfondire e talvolta anche commercialisti che non si ricordano i codici tributo per cui potrebbe essere utile averne una sintesi.

La sintesi dei principali codici tributo

Nel seguito trovate una sintesi delle principali scadenza partendo dal presupposto che quelle principali che vi interessavano sono relative ai versamenti di giugno e novembre. Nel seguito intanto vi riporto quelle di giugno (o agosto se fruite della proroga pagando la maggiorazione dello 0,40%):

  • 4001 Irpef – saldo
  • 4003 addizionale all’Irpef – acconto prima rata (art. 31, c. 3, Dl 185/2008 – “tassa etica”)
  • 4005 addizionale all’Irpef – saldo (art. 31, c. 3, Dl 185/2008 – “tassa etica”)
  • 4033 Irpef acconto – prima rata
  • 1840 imposta sostitutiva su locazioni abitative (“cedolare secca”) – acconto prima rata
  • 1842 imposta sostitutiva su locazioni abitative (“cedolare secca”) – saldo
  • 3800 Irap – saldo
  • 3812 Irap acconto – prima rata
  • 3801 addizionale regionale all’Irpef
  • 3843  addizionale comunale all’Irpef – autotassazione – acconto
  • 3844 addizionale comunale all’Irpef – autotassazione – saldo
  • 1683 contributo di solidarietà
  • 1793 imposta sostitutiva per i “nuovi minimi” – acconto prima rata (art. 27, Dl n. 98/2011)
  • 1795 imposta sostitutiva per i “nuovi minimi” – saldo
  • 1790 imposta sostitutiva sul regime forfetario – acconto prima rata
  • 1792 imposta sostitutiva sul regime forfetario – saldo
  • 4041 imposta sul valore degli immobili situati all’estero (Ivie) – saldo
  • 4044 imposta sul valore degli immobili situati all’estero (Ivie) – acconto prima rata
  • 4043 imposta sul valore delle attività finanziarie detenute all’estero (Ivafe) – saldo
  • 4047 imposta sul valore delle attività finanziarie detenute all’estero (Ivafe) – acconto prima rata
  • 4200 acconto imposte sui redditi soggetti a tassazione separata
  • 1100 imposta sostitutiva su plusvalenza per cessione a titolo oneroso di partecipazioni qualificate
  • 6099 versamento Iva sulla base della dichiarazione annuale
  • 6494 studi di settore – adeguamento Iva
  • 4726 studi di settore – maggiorazione 3% adeguamento
  • 1668    interessi per pagamento dilazionato – imposte erariali
  • 3805    interessi per pagamento dilazionato – tributi regionali
  • 3857    interessi per pagamento dilazionato – tributi locali.

Contribuenti Minimi

Qualora invece aderiate al regime dei contribuenti minimi vi segnalo l’articolo dedicato ai codici tributo dei contribuenti minimi I codici tributo che si usano maggiormente non sono tantissimi in quanto quelli più utilizzati possono essere divisi idealmente in dei grandi insieme che sono famiglia dei codici tributo Irpef, Irap, mondo dei codici Iva , il mondo dei codici tributo dei contributi previdenziali e dei versamenti per tributi minori (ex ICI, addizionali regionali e comunali).

Codici tributo Irpef per i professionisti

Partiamo dai codici tributi più importanti e che spesso ci si scorda del loro significato ossia quelli per la liquidazione del saldo irpef e del versamento dell’acconto Irpef di Giugno ossia:
Saldo irpef : codice tributo 4001 (clicca per esempio su modalità di compilazione 4001)
Acconto Irpef : codice tributo 4033 (clicca per esempio su modalità di compilazione 4033)
Acconto Irpef (seconda rata o versamento unico): codice tributo 4034
Ritenuta d’acconto Irpef versata dal sostituto di imposta (il cliente con partita Iva) al profesionisti: codice tributo 1040 0 1038  

Codici tributo Irpef per i dipendenti

Codici tributo ch ein realtà non vedete mai perché il datore di lavoro vi verda senza darvi una copia del modello F24 versato ma che vi consiglio sempre di controllare attraverso lo sposrte dell’INPS che permette di verificare i contributi versati dal datore di lavoro e se è in regola : codici tributo 1001 – 1004 – 1012 – 1712

Codici tributo Iva per liquidazioni periodiche, acconto e saldo

Per quello che concerne il mondo dell’iva siete un po’ più avvantagiati in qaunto hanno un senso nel senso che vi aiuta a ricorarli nel senso che le liquidazioni mensili partono da quella di gennaio che si serve del codice tributo 6001 per poi andare a febbraio 6002, 6003, 6004, e così via fino a dicembre 6012

Liquidazioni Iva mensili

Seguono questa metodologia ossia per la liquidazione di gennaio il codice è il 6001, per febbraio il 6002….per marzo 6003, e così via fino a dicembre il cui codice è 6012.

Anche qui vi segnalo due importanti articoli:

Per i contribuenti trimestrali invece ci si aiuta con il 3 infatti nel codice tributo per primo trimestre il codice tributo è il 6031, secondo trimestre 6032, terzo trimestre 6033, quarto trimestre 6034.

Acconto Iva per i professionisti con liquidazione Iva trimestrale

Vi ricordo poi il codice tributo 6035 e vi segnalo l’articolo di approfondimento con chiarimenti e spunti per il calcolo dell’acconto IvaIl versamento del saldo Iva annuale ossia per ci contribuenti che presentano la dichiarazione annualmente il codice tributo da utilizzare è il 6099.

Vi segnalo anche un particolare articolo dedicato alla liquidazione Iva del Iv trimestre le cui modalità di versamento sono leggermente diverse dalle altre > La liquidazione Iva del IV Trimestre.

Codici Tributo Irap

I codici tributo IRAP utilizzano come prime due cifre il numero 38 in fatto per il versamento del saldo IRAP di giungo avremo il codice tributo 3800 per il versamento con modello F24 mentre per il pagamento del primo acconto il 3012 e secondo acconto di novembre 3813. Visto che ci siamo vi dico che il codice tributo dell’addizionale regionale è il 3801 mentre quello delle addizionali comunali è il 3817.

Codici Tributo Immobili

Se avete degli immobili in affitto ricordate che la serie di codici tributo con cui sono liquidate le imposte di registrazione degli atti come per esempio sugli affitti sono per il primo anno il 115 T per il primo anno e 112T per gli anni successivi e anche qui basta che ci ricordiamo la T per individuare la famiglia di codici tributo a cosa si riferiscono. Ce ne sono tanti ltri a seconda delle vicende a cui è soggetto il contratto di locazione (cessione, risoluzione, pagamento unico, ecc). Anche se ora è diventato obbligatorio il modello F24 elide.

Calcolo degli acconti

Vi segnalo altresì la Guida al primo acconto Irpef in cui trovate le metodologie di calcolo e di versamento nonchè anche la Scadenza versamento primo acconto Irpef.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × 3 =