HOMEPAGE / Mutui, Prestiti e Finanziamenti / Innalzamento tasso di interesse della BCE all’1,25%: stangata per i mutui?

Innalzamento tasso di interesse della BCE all’1,25%: stangata per i mutui?

Nuovo tasso di interesse sui mutui all’1,25% della BCE (Banca Centrale Europea), questo potrebbe essere l’annuncio che oggi potrebbe suonare come un incubo per le famiglie italiane alle prese con il pagamento delle rate del muto agganciate all’andamento del tasso di interesse variabile e che hanno stipulato dei mutui a tasso variabile o  finanziamenti agganciati all’euribor (euribor linked) contro l’1% attualmente in vigore.
L’innalzamento dei tassi di interesse della BCE dello 0,25% potrebbe essere annunciato per combattere la crescita dell’inflazione che ha registrato nei mesi scorsi anche punte superiori al 2,5%.

In realtà non stiamo assistendo all’aumento dei tassi di interesse a cui abbiamo assistito in passato ma per ora preoccupa la tendenza… In pratica un siffatto innalzamento dovrebbe registrare aumenti nelle rate da pagare di pochi euro a seconda del monte credito chiesto determinando l’impossibilità ad oggi di adempiero per una piccola fetta di mutuatari.

Questo mentre il governo britannico mantiene ai minimi dello 0,5% i propri tassi.

Vi ricordiamo che il tasso di interesse legale 2011 attualmente in vigore ad oggi è pari all’1%.

A Più tardi per il comunicato atteso, sperando che non ci sarà.

Valuta l'articolo
[Totale: 0 Media: 0]

About Tasse-Fisco

Tasse-Fisco
Dottore Commercialista Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili e Revisore Legale con la passione per il diritto Tributario e Societario e Esperto nella Consulenza Aziendale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.