Con il DDL Stabilità per gli anni 2012 2014 si ripercorrono grosso modo le novità già introdotte lo scorso nell’ambito degli obbiettivi di finanza pubblica che vedono come sintesi delle misure più importanti come gli sgravi per i contratti di apprendistato per i primi tre anni la defiscalizzazione delle concessioni per la costruzione di autostrade, oppure la stretta sulle disponibilità di spesa e di assuzione da parte dei comuni che non raggiungono gli obiettivi di bilancio, la possibilità di mandare in cassa integrazione i lavoratori pubblici prossimi alla pensione con l’80% dellultimo stipendio, l’abbattimento delle tariffe minime professionali per i liberi professionisti, abrogazione del divieto di farsi pubblicità e altre ancora che trovate nell’articolo dedicato alla sintesi sul maxi  emendamento sulla legge di stabilità 2012 – 2014.

Con il nuovo DDL di Stabilità per il 2012 le regioni e gli enti locali concordano sulle misure messe a punto nell’ambito del Patto europeo di stabilità e la crescita nell’anno precedente e nel corso degli utlimi tre provvedimenti approvati relativi al Decreto Sviluppo e che ricordo sono state:

All’intero sono confermati i patto per le regioni già visti per il 2011 a statuto ordinario e a statuto speciale con una rimodulazione degli obiettivi di finanza pubblica anche per gli enti locali ed è mantenuto il riconoscimento dei 10 parametri di virtuosità che permetteranno di dividere le regioni e gli enti locali virtuosi da quelli in deficit che non potranno impegnare spese di parte corrente in misura superiore all’importo annuale medio degli impegni effettuati nell’ultimo triennio e non potranno ricorrere all’indebitamento per finanziare gli investimenti, oltre chè non potranno assumere personale anche se estenderei tale misura anche a quelle che abbiano raggiunto gli obiettivi e altre misure minori.

Requisito minimo dell’età Pensionabile a 67 anni

Detassazione premi di produttività
Proroga della detassazione dei premi di produttività anche se sarei curioso di sapere chi li richiede effettivamente e misurare l’appeal di questa misura che si potrà richiedere anche per tutto il 2012. Ricordo che si tratta del pagamento di un’imposta sostitutiva del 10% ai fini Irpef e delle addizionali comunali e regionali così come le somme corrisposte per i lavoratori del settore della Sicurezza, Difesa e Soccorso pubblico, sempre con una RAL al di sotto di 35 mila euro.

Abolite le scritture contabili per color che hanno la ocntabilità semplificata e per  i lavoratori autonomi a patto che costi e ricavi siano tracciabili per esempio perchè eseguiti con carta di credito o con bonifici o assegni ecc.
Contribuenti trimestrali
Per effettuare la liquidazione trimestrale dell’Iva sarà sufficiente effettuare operazioni di valore inferiore ai 400 mila euro oper le prestazioni di servizi e 700 mila euro per le cessioni di beni e le altre attività residuali ossia lo stesso limite previsto per l’adozione della contabilità semplificata.

Agevolazioni fiscali per le concessioni della autostrade
Sarà inoltre un decreto ministeriale a chiarire gli sconti fiscali per la costruzioni di infrastrutture in project financing per quello che riguarda l’Ires, Irap e Iva su tutto l’arco del periodo di concessione che potranno essere compensate con il contributo pubblico a fondo perduto e che non potranno comunque essere maggiori rispetto al 50% del costo dell’investimento.

Le novità del DDL 2012 – 2014 in sintesi nei prossimi giorni con gli articoli di approfondimento

L’elenco degli articolo che ne formano il contenuti sono questi di seguito:
Art. 2 Gestioni previdenziali
Art. 3 Riduzioni delle spese rimodulabili dei Ministeri
Art. 4 Riduzioni delle spese non rimodulabili dei Ministeri
Art. 5 Disposizioni in materia di trattamenti pensionistici ([...] un’eta’ minima di accesso al trattamento pensionistico non inferiore a 67 anni, tenuto conto del regime delle decorrenze, per i soggetti, in possesso dei predetti requisiti, che maturano il diritto alla prima decorrenza utile del pensionamento dall’anno 2026.)
Art. 6 Disposizioni in materia di dismissioni dei beni immobili pubblici
Art. 7 Disposizioni in materia di dismissioni di terreni agricoli
Art. 8 Disposizioni in materia di debito pubblico degli enti territoriali
Art. 9 Liberalizzazione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica
Art. 10 Riforma degli ordini professionali e societa’ tra professionisti
Art. 11 Programmazione della ricerca e premialita’
Art. 12 Fondo nuovi nati
Art. 13 Semplificazione dei pagamenti e degli accertamenti delle violazioni all’obbligo di copertura assicurativa
Art. 14 Riduzione degli oneri amministrativi per imprese e cittadini

Si rimanda alla lettura completa del testo normativo per il dovuto approfondimento.

Aggiornamento Gennaio 2012:
Prende forma il Decreto sulle liberalizzazioni del governo Monti imposto con la Legge sulla stabilità 2012 -2014

Sintesi Maxi Emendamento legge di Stabilità 2011