HOMEPAGE / Finanziaria Manovra DL / Decreto Sviluppo 2012: in sintesi le novità dalle ristrutturazioni, IMU, edilizia, SRL semplificatata e altre agevolazioni fiscali

Decreto Sviluppo 2012: in sintesi le novità dalle ristrutturazioni, IMU, edilizia, SRL semplificatata e altre agevolazioni fiscali

Pronto il nuovo Decreto Sviluppo 2012, che introduce una serie di novità come per esempio l’Iva nel settore immobiliare, le agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie, la srl semplificata, e  tante altre di cui potrete leggere come al solito quelle più importanti ed i chiarimenti in sintesi.

Novità nel settore immobiliare dal Decreto Sviluppo 2012
Viene reintrodotto il regime dell’Iva nell’ambito delle locazioni e cessioni di Iva infraquinquennali che precedentemente ne incontravano l’applicazione solo in alcuni casi con particolare riferimento al limite temporale dei cinque anni. Con l’entratta in vigore del Decreto Sviluppo 2012 invece viene di fatto eliminata tale previsione capovolgendo di fatto l’inteno del legislatore che precedentemente, o almeno fino all’entratta in vigore del decreto sviluppo tendeva a fa rientrare nell’ambito di applicazione dell’Iva le cessioni e le locazioni infraquinquennali come se si cercasse di tassare (ricordate tuttavia che l’Iva è un tributo neutro per cui più ch ealtro la penalizzazione si ha in termini finanziari).

Detrazioni fiscali al 50% sulle ristrutturazioni edilizie
Detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie (al momento valide solo dall’entrata in vigore del Decreto fino al 30 giugno 2013), lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria ed anche gli interventi per il risparmio energetico. In pratica si allineano quelle del 36% che salgono al 50% e scendono quelle del 55% che scendono al 50%. Per le modalità ed i chiarimenti potrete leggere l’articolo dedicato alle detrazioni fiscali sulle ristrutturazioni edilizie.

Novità IMU per i nuovi fabbricati
Viene concessa ai Comuni la possibilità di prevedere l’esenzione dell’IMU sui fabbricati di nuova costruzione per un periodo non superiore ai 3 anni e limitatamento a quei fabbricati che sono in attesa di essere venduti. Senza dubbio un iniziativa che va a tutto vantaggio delle imprese di costruzione che si trovano a dover far fronte al pagamento di immobili che possiedono. Tuttavia v’è da dire che i fabbricati ormai in molte occasioni sono venduti ancor prima di essere costruiti ed il paradosso potrebbe essere quello di dover pagare l’IMU e per di più senza fruire dell’aliquota agevolata perchè non ci si può abitare.

Autocertificazioni per i lavori di ristrutturazione
Viene anche introdotto un altro innovativo elemento di snellimento della urocrazia che ruota attorno ai permessi per costruire come già rivistti alla luce nel momento in cui fu introdotto la SCIA in realtà palesato anche nel corso di precedenti interventi al fine di snellire i procedimenti di autorizzazione. D’all’entrata in vigore del Decreto Sviluppo 2012.

Project bond anche per i provati con tassazione al 12,50%
Forse la csa che senza dubbio mi lascia più sorpreso perchè in pratica rappresenta quello che chiedevo da tempo ossia la possibilità anche per il piccolo risparmiatore di diventare imprednitore finanziando interventi (spesso infrastrtutturali) con lo strumento dei project bond. In pratica si tratta di investire nella realizzazione di opere, singole iniziative impreditoriali. I proventi generati dai project bond saranno tassati con la stessa aliquota prevista per i titoli di Stato ossia il 12,50%, molto bassa rispetto alle altre del 27% o peggio ancora per scaglioni di reddito irpef.

Eliminazione del Vincolo dei 35 anni per la Srl semplificata
Sarà stato il successo o semplicemente le domande che ruotavano introno alla nuova SRL semplificata con capital sociale ad un eruo per gli under 35 che il legislatore fiscale ha deciso di eliminare il requisito dei 35 anni di età che in effetti poteva ingenerare alcuni problemi per la vita della società al momento in cui uno dei soci compiva il 36esimo compleanno. In sostanza si da la possibilità ai soci di continuare anche dopo il compimento dei 35 anni applicando però un vincolo di destinazione sugli utili prodotti nella misura del 25% annuo per la costituzione del caoitale sociale fino al raggiungimento dei 10 mila euro.

Altre novità in pillole del decreto sviluppo 2012
Altre interessanti novità sono a mio avviso sono le agevolazioni fiscali sotto forma di credito di imposta per l’assunzione di personale altamente qualificato fino a 200 mila euro nel caso di assunzione a tempo indeterminato. Ma abbiamo anche un ulteriore posticipazione dell’entrata in vigore del Sistri, oppure misure volte ad agevolare interventi per la prevenzione e la gestione del rischio idrogeologico e sismico, ma anche l’introduzione del penale per i liberi professionisti che omettono informazioni o le rendono in modo parziale.

Al solito vi invito sempre a leggere il testo integrale del decreto pubblicato in Gazzetta ufficiael per i dovuti approfondimenti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.