HOMEPAGE / Dichiarazione 730 e modello UNICO / Detrazione spese funebri per funerali nel 730: domande e chiarimenti

Detrazione spese funebri per funerali nel 730: domande e chiarimenti

detrazione spese funebri funeraliVediamo come portare in detrazione spese funebri sostenute per i funerali di familiari (e non familiari) nella dichiarazione dei redditi 730 o nel modello Unico, quanto sarà possibile risparmiare e quali sono le condizioni da rispettare cercando come al solito di fornire degli spunti per l’approfondimento e dare alcune risposte a diverse domande dei lettori.

In cosa consiste il beneficio fiscale

Come avete avuto modo di leggere nell’articolo dedicato all’elenco delle deduzioni e delle detrazioni fiscali da indicare nel 730 vi rientrano anche le spese sostenute per i funerali di alcune persone indicate nel seguito nella misura del 19% ed entro un certo importo. Per spese funebri si include, bara, feretro, cerimonia, messa, lapide, etc.

Quanto è possibile scaricarsi dal reddito

Anzi sarebbe più corretto dire quanto è possibile scaricarsi dall’imposta in quanto parliamo di detrazione fiscale. La detrazione sarà pari al 19% della spesa sostenuta con un massimo di 1.550 euro che, a giudicare dalle medie di mercato, è un importo che andrebbe decisamente rivisto al rialzo considerando che in genere sento parlare di cifre che si aggirano intorno al doppio.

Per quali persone è possibile fruire della detrazione

Inutile dire che potrete portarvi in detrazione fiscale le spese sostenute  per i voto funerale anche se ormai è troppo tardi per beneficiare direttamente della detrazione di imposta. Per questo il legislatore fiscale individua i soggetti per i quali sar possibile beneficiare della detrazione fiscale nel 730 che sono individuati nell’articolo 433 del codice civile che nel seguito riportiamo per chiarezza espositiva. “LIBRO PRIMO. Delle persone e della famiglia – TITOLO TREDICESIMO. Degli alimenti – Persone obbligate all’ obbligo di prestare gli alimenti sono tenuti, nell’ordine:

1) il coniuge;

2) i figli, anche adottivi, e, in loro mancanza, i discendenti prossimi;

3) i genitori e, in loro mancanza, gli ascendenti prossimi; gli adottanti;

4) i generi e le nuore;

5) il suocero e la suocera;

6) i fratelli e le sorelle germani o unilaterali, con precedenza dei germani sugli unilaterali.

 Ulteriore requisiti da rispettare

Sarà richiesto inoltre per la fruizione del beneficio fiscale che le spese non siano state già deducibili nel reddito delle persone. L’importo deve comprendere le spese indicate nella sezione “Oneri detraibili” della Certificazione Unica rilasciata dal datore di lavoro con il codice onere 14.

Sarà necessario inoltre il documento probatorio che evidenzia l’effettivo sostenimento della spesa anche se non sarà necessario procedere con un bonifico parlante come avviene per esempio per altre tipologie di detrazioni fiscali.

Il riferimento normativo lo trovate all’articolo 15 del Tuir  detrazione per oneri che recita “d) le spese funebri sostenute in dipendenza della morte di persone, per importo non superiore a euro 1.550 per ciascuna di esse;”

Il valore si intende lordo nel senso che sarà il massimo valore da indicare nel quadro E e su cui calcolare il 19%. Per cui se indicherete il valore di 1550 euro il risparmio effettivo Irpef che avrete sarà pari a euro 294,50.

Un chiarimento importante che vi posso dare anche se spero che non vi capiti mai è che il limite si riferisce a ciascun defunto e non al singolo anno di imposta.

Dal riferimento normativo in realtà sembrerebbe non esserci una limitazione dell’ambito soggettivo di applicazione ossia non sembrerebbe esserci alcuna restrizione in termine di persone verso per le quali è possibile sostenere il costo del funerale e portarsi in detrazione il costo.

Indicazione nel modello 730

Il quadro da andare alimentare sarà il solito ossia il quadro E relativo agli oneri e le spese sostenute ed il rigo sarà quello da E8 a E12 (modello 730 2015). Il codice da indicare per le spese funebri è il 14 anche se vi ricordo sempre di controllare anno per anno con il modello viene alla mano perché potrebbero esserci delle variazioni.

Per le spese funebri sostenute per la morte di persone, indipendentemente dall’esistenza di un vincolo di parentela con esse. L’importo, riferito a ciascun decesso, non può essere superiore a 1.550,00 euro. Tale limite resta fermo anche se più soggetti sostengono la spesa. Nel caso di più eventi occorre compilare più righi da E8 a E12 riportando in ognuno di essi il codice 14 e la spesa relativa a ciascun decesso.

Novità dalla legge di stabilità 2016

La legge di stabilità 2016 ha introdotto la novità , a partire già dalle spese sostenute nel 2015, secondo cui la spesa può essere sostenuta nell’interesse non solo dei parenti ma di qualsiasi altro soggetto indipendentemente dal grado di parentela (commi 954 e 955 della legge 280/2015).

Articoli correlati

Elenco delle deduzioni e delle detrazioni fiscali da indicare nel 730

CODICE DESCRIZIONE RIGO CODICE DESCRIZIONE RIGO
1Spese sanitarie E1 21Erogazioni liberali alle societa ed associazioni sportive dilettantistiche da E8 a E12
2Spese sanitarie per familiari non a carico E2
3Spese sanitarie per persone con disabilitaE3 22Erogazioni liberali alle societa di mutuo soccorso
4Spese veicoli per persone con disabilita E4 23Erogazioni liberali a favore delle associazioni di promozione sociale
5Spese per l'acquisto di cani guida E5
6Totale spese sanitarie per le quali e' stata richiesta la rateizzazione nella precedente dichiarazione E6 24Erogazioni liberali a favore della societa di cultura Biennale di Venezia
7Interessi per mutui ipotecari per acquisto abitazione principale E7 25Spese relative a beni soggetti a regime vincolistico
8Interessi per mutui ipotecari per acquisto altri immobili da E8 a E12 26Erogazioni liberali per attivitu00e0 culturali ed artistiche
9Interessi per mutui contratti nel 1997 per recupero edilizio 27Erogazioni liberali a favore di enti operanti nello spettacolo
10Interessi per mutui ipotecari per costruzione abitazione principale 28Erogazioni liberali a favore di fondazioni operanti nel settore musicale
11Interessi per prestiti o mutui agrari 29Spese veterinarie
12Spese per istruzione diverse da quelle universitarie 30Spese sostenute per servizi di interpretariato dai soggetti ricosciuti sordi
13Spese per istruzione universitaria 31Erogazioni liberali a favore degli istituti scolastici di ogni ordine e grado
14Spese funebri 32Spese relative ai contributi versati per il riscatto degli anni di laurea dei familiari a carico
15Spese per addetti all'assistenza personale 33Spese per asili nido
16Spese per attivitu00e0 sportive per ragazzi (palestre, piscine e altre strutture sportive) 35Erogazioni liberali al fondo per l'ammortamento di titoli di Stato
17Spese per intermediazione immobiliare 36Premi per assicurazioni sulla vita e contro gli infortuni
18Spese per canoni di locazione sostenute da studenti universitari fuori sede 37Premi per assicurazioni per rischio di non autosufficienza
20Erogazioni liberali a favore delle popolazioni colpite da calamitu00e0 pubbliche o eventi straordinari 99Altre spese detraibili
Valuta l'articolo
[Totale: 6 Media: 3.2]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.