HOMEPAGE / Dichiarazione 730 e modello UNICO / Detrazione Fiscale Celiaci 2018: Tabelle, Quanto vale e Quali Alimenti prendere

Detrazione Fiscale Celiaci 2018: Tabelle, Quanto vale e Quali Alimenti prendere

La Nuova legge di Bilancio per l’ano 2018 introduce la detrazione fiscale sugli acquisti di alimenti per celiaci che sono denominati in linguaggio più specifichi Alimenti Medici Speciali. Nel seguito vedremo le modalità per fruire della detrazione, i limiti di spesa annua per fascia di età tra maschi e femmine con l’aiuto di una tabella ad hoc.

La detrazione è soggetta, come altre inserite in questa legge a limitazioni in termini di durata per via del peso sul  bilancio dello Stato per cui sarà in vigore per tute le spese sostenute per il periodo di imposta 2018. Tuttavia non credo che il prossimo anno se ne farà a meno in quanto vi sono tanti interessi che ruotano intorno al business celiachia.

Possiamo dire che rappresenta una componente aggiuntiva rispetto alla detrazione delle spese sanitarie o quelle previste per l’acquisto di dispositivi medici di cui trovate nel seguito gli articoli gratuiti di collegamento.

Fa parte quindi delle detrazioni Irpef che danno luogo alla possibilità di abbattere l’ipossia per il 19% dell’ammontare della spesa sostenuto nell’anno 2018.

A meno di proroghe del prossimo anno questo detrazione sarà limitata nel tempo e soggetta a scadenza. Essendo un bene deperibile non avremo neanche la possibilità di fruirne o di anticipare una grande scorta in quanto non ne avremmo alcun beneficio ulteriore.

Quanto posso portare in detrazione ogni anno

Con il decreto ministeriale del 8 giugno 2001 sono istituiti i limiti di spesa per fascia di età che ciascun individuo può acquistare per alimenti speciali medici nel seguito riportati:

Limiti Spesa detraibile Mensile per fascia di età rispetto al Reddito
          Allegato 1 – DM 7 GIUGNO 2001
Fascia d’età Tetto mensile Maschi Tetto mensile Femmine
6 mesi – 1 anno Euro 45,00 Euro 45,00
fino a 3,5 anni Euro 62,00 Euro 62,00
fino a 10 anni Euro 94,00 Euro 94,00
eta’ adulta Euro 140,00 Euro 99,00

Moltipicando la tabella per 12 mesi si ottiene che la spesa massima annuale da portare in detrazione è la seguente

Limiti Spesa detraibile Annuale per fascia di età rispetto al Reddito
              Allegato 1 – DM 7 GIUGNO 2001
Fascia d’eta’  |Tetto mensile Maschi  |Tetto mensile Femmine
6 mesi – 1 anno  540,00  540,00
fino a 3,5 anni  744,00  744,00
fino a 10 anni  1.128,00  1.128,00
eta’ adulta  1.680,00  1.188,00
Limiti massimo detrazione Irpef 19% (Massimo Risparmio effettivo sulle tasse)
Fascia d’eta’  Tetto mensile Maschi   Tetto mensile Femmine
6 mesi – 1 anno  102,60  102,60
fino a 3,5 anni  141,36  141,36
fino a 10 anni  214,32  214,32
eta’ adulta  319,20  225,72

Come vedete parliamo di risparmi consistenti che potranno essere moltiplicati per ciascun familiare a carico affetto dalla stessa patologia.

Le spese infatti sono calate all’interno dell’articolo 15, comma 1, lettera c, TUIR dove sono le spese sanitarie per cui valgono le stesse regole. Le spese si considerano al di sopra di una franchigia di 129,11 euro e sono comprese anche quelle per familiari a carico.

Come effettuare l’acquisto

L’acquisto deve essere effettuato con la tessera sanitarie propria o del familiare a carico fiscalmente. In alternativa con lo scontrino parlante indicante il proprio codice fiscale.

Controllo e accertamenti Fiscali

Vi ricordo che eventuali elusioni di tali norma e superamenti dei limiti consentiti può portare ad accertamenti da parte del fisco come disciplinato all’articolo 7 per cui presso la Direzione generale per l’igiene, la sicurezza degli alimenti e la nutrizione del Ministero della salute è istituito il Registro nazionale dei prodotti di cui all’art. 1, comma 1, erogati nelle singole regioni e province autonome a carico del Servizio sanitario nazionale.
2. Le regioni e le aziende unità sanitarie locali attivano adeguati sistemi di controllo sull’appropriatezza delle prescrizioni dei prodotti di cui all’art. 1, comma 1 erogati sul proprio territorio e sul conseguente andamento della spesa.
3. Gli operatori del settore alimentare, ai fini dell’inserimento nel Registro Nazionale degli alimenti di cui all’art. 1, comma 1 lettera c), possono notificare tali alimenti con le modalità di cui all’art. 7 del decreto legislativo 27 gennaio 1992, n. 111, così come indicate e aggiornate sul sito web del Ministero, nonché le relative tariffe.

Quali sono gli alimenti medici speciali

Viene inserita tra le nuove spese sanitarie detraibili dall’IRPEF anche quella sostenuta per l’acquisto di alimenti a fini medici speciali.

Nel seguito trovate l’elenco degli alimenti consentiti per celiaci direttamente dalla Fondazione Veronesi.

A titolo di esempio cito:

Cereali, farine e derivati
Carne, pesce e uova
Latte, latticini, formaggi e derivati
Verdura e legumi
Frutta
Bevande e preparati per bevande
Caffè, the, tisane
Alcolici
Dolciumi
Grassi, spezie, condimenti e varie
Integratori alimentari

Detrazione Fiscale Irpef Occhiali da Vista e Lenti a contatto nella Dichiarazione dei redditi

Valuta l'articolo
[Totale: 13 Media: 2.1]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.