HOMEPAGE / Dichiarazione 730 e modello UNICO / Dichiarazione Successione online 2018: calcolo tasse e versamento e nuovo modello

Dichiarazione Successione online 2018: calcolo tasse e versamento e nuovo modello

dichiarazione-successione-on-lineVediamo come procedere alla compilazione della nuova denuncia con il software successione online grazie al quale potrete presentare la dichiarazione, liquidare le tasse di successione e versare le imposte direttamente da casa nonché effettuare le relative volture catastali per voi, gli eredi ed i chiamati all’eredità, il tutto direttamente da casa.

Definizione Dichiarazione Successione dal 2017

Qui trovate la guida pratica per la compilazione della denuncia di successione on line a partire dal 2017, calcolo delle tasse di successione e versamento diretto all’erario con il nuovo software e i nuovi modelli e le modalità rese disponibili dal 23 gennaio 2017 dall’agenzia delle entrate senza che sarà più necessario recarsi allo sportello .

Sarà comunque possibile per tutto il 2017  consegnarla in formato cartaceo direttamente allo sportello dell’agenzia delle entrate competente, oppure dare incarico al CAF o al libero professionista dottore commercialista/intermediario abilitato per trasmetterla telematicamente.

Chi deve presentare la dichiarazione di successione

Anche se troverete maggiori dettagli nella guida qui vi sintetizzo chi sono i soggetti obbligati ed esentati alla presentazione; quelli obbligati sono i chiamati all’eredità siano essi persone fisiche o persone giuridiche (società per intenderci), gli eredi del defunto che hanno accettato l’eredità, i legatari sia che abbiano o no accettato il legato. Saranno obbligati anche i rappresentanti legali degli eredi o dei legatari, eventuali amministratori dell’eredità se prevista clausola ad hoc, eventuali curatori dell’eredità giacente,  gli esecutori testamentari, i trustee.

Chi può non presentare la denuncia di successione

Esistono dei casi che, in base alla composizione dell’attivo ereditario, possono esentare i soggetti di cui sopra alla presentazione della dichiarazione di successione e questa situazione potrà aversi nel caso in cui l’eredità sia devoluta al coniuge e ai parenti in linea retta del defunto e l’attivo ereditario abbia un valore lordo dei beni non superiore a 100 mila euro e non sia costituito da beni immobili o diritti reali immobiliari (case, abitazioni, etc).

Oppure l’esenzione opera anche nel caso in cui tutti gli aventi diritto rinunciano all’eredità o al legato, oppure, non essendo nel possesso dei beni ereditari, chiedono la nomina di un curatore dell’eredità, prima del termine previsto per la presentazione della dichiarazione di successione.

Si dovrà continuare a utilizzare il modello 4 per le successioni aperte prima del 3 ottobre 2006 o per apportare modifiche o sostituire dichiarazioni già presentate con questo modello.

Entro quando presentare la dichiarazione di successione

La dichiarazione di successione deve essere presentata entro 12 mesi dalla data di apertura della successione dagli eredi, dai chiamati all’eredità, dai legatari; tale termine in genere coincide con la data della morte del de cuius.

Casi particolari: defunto estero

Se la residenza del defunto è all’estero (o non è nota), ed egli non ha mai risieduto in Italia, l’ufficio competente è l’ Ufficio Territoriale di Roma 6 – Eur – Torrino, della Direzione provinciale II di Roma.
Se il defunto ha risieduto in Italia, prima di risiedere all’estero, l’ufficio competente è quello dell’ultima residenza nota in Italia

Software successioni on line

Con il nuovo software successionionline sarà possibile quindi versare non solo le imposte di registro relativi all’imposta di successione ma anche versare le relative imposto di bollo, ipotecarie e catastali a seconda della composizione dell’attivo ereditario. Sarà possibile altresì fornire direttamente i propri dati del conto corrente bancario e versare quanto dovuto.
Sarà possibile inviare le dichiarazioni di successione relative a soggetti deceduti a partire dal 3 ottobre 2006 e le dichiarazioni sostitutive delle dichiarazioni di successione presentate utilizzando il nuovo modello di successione che trovate nel seguito. Le volture catastali degli immobili avverranno automaticamente sulla base di quanto indicato nella denuncia di successione.

  1. Per farlo dovrete dapprima munirvi delle credenziali visconti on line o Entratel e scaricare l’ultima versione del software Java runtime come oramai la maggior parte di voi saprà;
  2. Successivamente procedere a scaricare il software successioni online qui;
  3. Una volta lanciato il software vi si apriranno i quadri da compilare in relazione alla composizione dell’attivo ereditario;
  4. Una volta compilati i quadri della dichiarazione genererete il file che potrete stampare, firmarlo e portarlo cartaceo in agenzia delle entrate oppure genererete il file telematica da trasmettere mediante fisco line o Entratel o da dare all’intermediario che lo trasmetterà per voi;
  5. Con il software potrete procedere anche alla liquidazione, calcolo e versamento dell’imposta sulle successioni direttamente in conto ossia direttamente autorizzando l’agenzia delle entrate a prelevare l’importo dal vostro conto corrente precedentemente indicato per la vostra utenza e sul quale dovrete garantire di avere fondi a sufficienza disponibili.

Come presentare la dichiarazione di successione on line

Dovreste installare il software gratuito successioni online sul vostro PC cliccando qui e si aprirà il modello compilabile, dovrete allegare il certificato di morte ed la fotocopia del vostro documento di identità valido e, se volete, anche quello degli altri eredi, salvare il modello e provvedere alla successiva trasmissione telematica, seguendo il percorso guidato per l’utente.

Per la trasmissione telematica dovrete accedere con le vostre credenziali Fisconline, Entratel, SPID o Cassetto fiscale che garantiranno l’identità dell’effettivo soggetto trasmittente la dichiarazione. La denuncia di successione si darà per consegnata alla data di trasmissione telematica andata a buon fine in modo da garantire il rispetto dei termini per la presentazione ed il versamento delle relative imposte.

Una volta trasmessa sarà possibile visualizzare la denuncia di successione nel proprio cassetto fiscale e anche quello dei coeredi e dei chiamati all’eredità.

Con la denuncia di successione on line sarà possibile anche rendere le dichiarazioni sostitutive di atto notorio mediante la compilazione di specifici quadri del modello (EH ed EI) anche se resta salva la possibilità di presentare, come detto sopra, per tutto il 2017, le stesse documentazioni cartacee. Non sarà possibile tuttavia inviare il modello online sprovvisto della documentazione con la promessa di produrla in un secondo momento in quanto non si darà per trasmessa.

Compilazione della nuova denuncia di successione online

La denuncia di successione si compone di due fascicoli: Fascicolo 1 e 2

Fascicolo 1 – Denuncia di successione

Dichiarazione-successione-istruzioni_fascicolo_1

In questo fascicolo dovrà sempre essere compilato in quanto contenente le informazioni relativi al de cuius e agli eventuali eredi o chiamati all’eredità nonché l’informativa sul rispetto della privacy. Dovrete compilarlo avendo cura di inserire correttamente e senza errori i dati generali anagrafici del defunto (codice fiscale, dati anagrafici e data del decesso nonché quelli di chi presenta la dichiarazione nonché quelli del/degli eredi, curatore, tutore, rappresentante o altri

  • Dati generali
  • Quadro EA – Eredi, legatari e altri soggetti
  • Quadro EB – Attivo ereditario catasto terreni
  • Quadro EC – Attivo ereditario catasto fabbricati
  • Quadro ED – Passività e altri oneri
  • Quadro EE – Prospetto riepilogativo asse ereditario
  • Quadro EF – Liquidazione delle imposte ipotecarie, catastali e altri tributi
  • Quadro EG – Elenco documenti, certificati e dichiarazioni sostitutive da
  • allegare alla dichiarazione
  • Quadro EH – Dichiarazioni sostitutive, agevolazioni e riduzioni
  • Quadro EI – Dichiarazioni utili alla voltura catastale – discordanza dati
  • intestatario e passaggi intermedi non convalidati da atti legali
  • Quadro ER – Rendite, Crediti e altri beni

Documentazione da scansionare ed allegare alla dichiarazione

È prevista anche una fase di caricamento allegati in cui dovrete selezionare i file precedentemente scansionati e allegarli. Per chi no è pratica vi segnalo alcuni programmi che potrete utilizzare per creare un pdf. Per chi ha programmi come word basterà salvare il file con il nome e selezionare dal menù a tendina il formato .pdf. oppure “.tiff”.

Nel proprio cassetto fiscale situato nella propria area riservata a cui si accede con Fisconline o Entratel sarà possibile andare nel menù “servizi per” e vedrete che troverete proprio la funzione “Validare e convertire file”

convertire-file-da-immagine-in-pdf

Esempio programmi conversione foto in .pdf SmallPdf oppure online2pdf 

Allegati e documentazione da produrre per scaricarla

Gli allegati richiesti sono questi a cui dovrete aggiungere le fotocopie del documento di identità vostro e degli eredi o chiamati all’eredità.

  • Allegato 1 – Grado di parentela
  • Allegato 2 – Agevolazioni e riduzioni
  • Allegato 3 – Codici categoria e natura
  • Allegato 4 – Codice diritto
  • Allegato 5 – Devoluzione

Fascicolo 2 – Dichiarazione du successione

dichiarazione-successione-istruzioni_fascicolo_2

Andrà compilato solo nel caso in cui nell’attivo ereditario siano presenti particolari tipologie di beni mobili o immobili che alimenteranno i relativi quadri della dichiarazione.
A seconda della tipologia di beni caduti in successione, il dichiarante dovrà compilare i quadri successivi presenti nel primo o nel secondo fascicolo.

  • Quadro EL – Attivo ereditario terreni sistema tavolare
  • Quadro EM – Attivo ereditario fabbricati sistema tavolare
  • Quadro EN – Aziende
  • Quadro EO – Azioni, obbligazioni, altri titoli e quote sociali
  • Quadro EP – Aeromobili
  • Quadro EQ – Navi e Imbarcazioni
  • Quadro ES – Donazioni e atti a titolo gratuito

Calcolo della quota legittima

Potete approfondire l’argomento anche leggendo l’articolo correlato dedicato al calcolo della quota legittima della successione in cui potrete verificare a seconda delle condizione e della composizione degli eredi a chi spetta la quota legittima e di quale quota parte o frazione dell’asse ereditario si compone.

Multe per errori nella compilazione della denuncia o attivi che emergono successivamente

Nei casi di errori od omissioni vi segnalo l’articolo dedicato proprio alle sanzioni sull’imposta di successioni dove trovate le princiapali fattispecie di errori e come rimediare e le le multe a cui potreste essere soggetti e quello dedicato al ravvedimento operoso imposta di successione o donazione dove troverete le percentuali da applicare in base al momento in cui procedere al calcolo e versamento.

La dichiarazione dei redditi del defunto: chi la deve compilare?

Vi invito anche a leggere l’articolo dedicato ai soggetti obbligati alla presentazione della dichiarazione dei redditi che vi anticipo essere principalmente gli eredi o i chiamati all’eredità che la accettano e su cui ho scritto un apposito articolo di approfondimento  dedicato proprio alla dichiarazione dei redditi 730 o Unico del defunto in cui troverete le persone obbligate alla presentazione della dichiarazione e alla compilazione e le tempistiche per la trasmissione telematica.

Calcolo dell’imposta di successione online

Il software successioni on line calcola anche le tasse di successioni on line ossia le imposte di registro, le imposte ipotecarie, catastali e i tributi speciali on line che si possono versare in autotassazione direttamente online, tramite addebito in conto corrente utilizzando le credenziali fisconline o entratel dalla propria area riservata.
Se effettuerete l’addebito in conto il sistema vi genererà l’apposita ricevuta che dovrete sempre tenere con voi. Effettuato l’addebito in conto, il sistema rilascerà una ricevuta relativa al pagamento effettuato. Stesso discorso per la richiesta delle volture catastali solo che in questo caso il sistema rilascerà la ricevuta al termine della voltura.

Vi ricordo brevemente quali sono le aliquote e le franchigie previste per il calcolo dell’imposta sulle successioni anche se vi consiglio di approfondire leggendo la Guida fiscale imposta di successione dove troverete le scadenze per la presentazione , le modalità di calcolo dell’imposta, le esenzioni, le franchigie, i soggetti obbligati ed esentati.

Tabella sulla tassazione per successioni e donazioni

EREDE –
  LEGATARIO – DONATARIO
FRANCHIGIA ALIQUOTE
  IMPOSTE SUCCESSIONI E DONAZIONI
Coniuge Euro
1.000.000
4%
Parenti in linea retta Euro
1.000.000
Fratelli e sorelle Euro
100.000
6%
Parenti affinifino al 4°grado Su
tutto il valore donato
6%
Affini in linea collaterale fino al 3° grado Su
tutto il valore donato
6%
Altri soggetti Su
tutto il valore donato
8%

Per i soggetti portatori di handicap ed indipendentemente dal gradi di parentela di tale soggetti la franchigia prevista è di un milione e mezzo di euro.

Modello 2017 da Scaricare

Successione online_Modello 2017

Successione_istruzioni_FASCICOLO_1

Successione_istruzioni_FASCICOLO_2

Nuovo Modello 2017: da quando si usa

Fino all’11 settembre 2017 sarà possibile anche utilizzare quelli che vedete qui sopra e con riferimento alle successioni aperte a decorrete dal 3 ottobre 2006  come anche il modello 4 per la presentazione cartacea della dichiarazione di successione presso gli uffici competenti dell’Agenzia delle Entrate.

Dal 12 si dovranno adottare i seguenti ma resterà comunque utilizzabile il modello 4 per la presentazione cartacea presso gli uffici dell’agenzia delle entrate.

PROVVEDIMENTO+PROT.+112426+DEL+15+GIUGNO+2017

Successione_modelli

Istruzioni – Fascicolo 1 – pdf
Istruzioni – Fascicolo 2 – pdf

Controllo della dichiarazione On line

E’ disponibile la versione 1.2.0 dei prodotti di compilazione e controllo del software relativo alle successioni telematiche.

 

 

 

 

Valuta l'articolo
[Totale: 10 Media: 3]

About Tasse-Fisco

Tasse-Fisco
Dottore Commercialista Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili e Revisore Legale con la passione per il diritto Tributario e Societario e Esperto nella Consulenza Aziendale.

2 commenti

  1. Tasse-Fisco

    Come al solito, come (quasi) tutti, si fa prima a criticare e non ad approfondire perchè fare questo costa tempo e fatica e soprattutto mentre lo si fa si sente il peso dell’ignoranza. A me capita spesso così ma vado avanti e alla fine, come per magia, trovo quello che cercavo….nel testo.

  2. Come al solito, come tutti, create confusione facendo credere di poter scaricare il modello delle successioni da compilare “on line” ma fate solo perdere tempo.
    Grazie comunque.

Per domande su casi specifici o personali, CLICCA QUI
I commenti qui sotto sono dedicati solo a correzioni e suggerimenti in merito al testo dell'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.