730 2013: novità nella dichiarazione dei redditi e nella compilazione

730Pronti al 730 per il 2013? Ci avviciniamo al periodo in cui dobbiamo essere tutti pronti alla compilazione della dichiarazione dei redditi: dipendenti, pensionati ed anche i datori di lavoro, CAF e commercialisti fiscalisti che si trovano a dover recepire tutti i dati sul reddito delle persone fisiche e rispettare le scadenze ogni anno, facendo i conti con le novità che ogni anno il legislatore introduce. Quest’anno poi tra Decreti, Manovre, Finanziarie e operazioni straordinarie le novità sono tante… per cui cerchiamo di fare una breve sintesi in modo che capiate subito se ne siete interessati o meno.

Le novità del 730 2013
Le novità nel 730 fanno riferimento prima di tutto alla modifica nel regime delle detrazioni previsto per le spese di ristrutturazioni sulle case del 36% e del 55% da prendersi in detrazione nella dichiarazione dei redditi in dieci quote costanti annuali (leggete a tal proposito l’articolo di approfondimento sulle detrazioni del 36% e del 55% in cui troverete ulteriori preziose informazioni per farvi risparmiare sulle tasse ed imposte da versare ogni anno ed in cui trovate anche un elenco dei lavori di ristrutturazione che godono delle agevolazioni.). Tali detrazioni crescono nella percentuale che passa dal 36% al 50% ma solo per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 30 giugno 2013 per cui affrettatevi. Inoltre il tetto di spese detraibili sale da quota 48 mila a quota 96 mila euro.

Immobili di Interesse Storico ed Artistico
Purtroppo qualcuno se ne deve essere accorto ed il regime di agevolazione fiscale che caratterizzava gli immobili di interesse storico ed artistico (in particolari quelli presenti nel centro delle grandi città) purtroppo non godranno più delle agevolazioni sulla rideterminazione del reddito Irpef in capo al soggetto titolare del diritto di proprietà ma subiranno una nuova tassazione maggiore rispetto al passato). In pratica il reddito prodotto da questi fabbricati sarà dato dal maggiore importo tra tra la rendita catastale, rivalutata del 5 per cento e ridotta del 50 per cento, e il canone di locazione ridotto del 35 per cento da indicare nel quadro B del 730 come al solito.

Addizionali e regionali Irpef
In alcuni casi vedrete che queste addizionali sono diminuite in virtù dell’assorbimento da parte dell’IMU delle addizionali comunali e regionali sugli immobili di proprietà così come anche l’Irpef purchè non si tratti di immobili affittati, di quota parte del tributo pur se dovete sempre fare i conti ogni anno con l’inesorabile aumento delle addizionali regionali e comunali Irpef relaive ai redditi dominicali degli immobili  che vanno in busta paga. L’esenzione dalle addizionali è anche per i fabbricati in comodato d’uso gratuito e altri casi residuali. Il reddito prodotto invece dalla proprietà di terreni continua invece ad essere tassato autonomamente con il meccanismo del reddito agrario. Se non sapete neanche cosa sono leggete l’articolo dedicato alle addizionali regionali e comunali.

Debutta L’IMU nel 730 dell’anno 2013
Debutta quest’anno nella dichiarazione dei redditi anche la tassa più discussa dell’ultimo anno (in proposito vi prego di non vendere il vostro voto per l’IMU perchè sarebbe un peccato).

Detrazione spese sul risparmio energetico 55% proprogata fino a giugno 2013
La detrazione fiscale valida ai fini Irpef per le spese sostenute per gli interventi finalizzati al risparmio energetico è del 55 per cento e comprenderà anche la sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria. Purtroppo qui non è stato previsto l’innalzamento del limite da 48 a 96 mila euro come per le detrazioni del 36%… peccato, altra occasione persa di cambiare culturalmente il paese.

Infine per chiudere in bellezza è possibile dedurre dal proprio reddito complessivo, fino all’importo di 1.032,91 euro, le erogazioni liberali in denaro a favore della Sacra arcidiocesi ortodossa d’Italia ed Esarcato per l’Europa Meridionale, dell’Ente patrimoniale della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli ultimi giorni e della Chiesa Apostolica in Italia… tuttavia le detrazioni per l’acquisto di macchine ecologiche invece resta sempre una miseria… lasciamo perdere.

Molto importante inoltre tutte le informazioni che troverete nell’articolo dedicato alla compilazione del 730 in cui sono indicate le principali caratteristiche e le risposte alle vostre domande, ossia prima di tutto se lo dovete presentare o meno, entro quando, cosa dovete fare per la presentazione, la documentazione da raccogliere, ma soprattutto le detrazioni e le deduzioni fiscali da sapere per pagare meno tasse possibile.

Buona lettura e… al solito consigliate il sito ai vostri amici se vi è stato anche solo un poco utile ;-)

 

Ti è piaciuto l'articolo? Per continuare a darvi spunti gratuiti, condividi questo articolo tramite i pulsanti qui sopra!

Scrivi un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>