HOMEPAGE / Casa, immobili, terreni / Inadempienza del locatore: il canone va pagato

Inadempienza del locatore: il canone va pagato

Il proprietario dell’appartamento non ha la facoltà di diminuire autonomamente il canone di locazione in quanto determinerebbe la modifica del sinallagma tra le parti non determinata dalla libera contrattazione.

Il legislatore è intervenuto a confermare tale disposizione anche nel caso di “un inadempimento degli obblighi di manutenzione facenti carico al locatore, a meno che tale inadempimento non determini la totale inutilizzabilità dell’immobile”.

Quindi anche nel caso di inadempimento da parte del conduttore parziale, o quantomeno non determinante la completa inutilizzabilità dell’appartamento non si potrà procedere autonomamente alla riduzione del canone. L’inquilino avrà la possibilità di attivare la procedura di adempimento o la procedura di risoluzione del contratto. Nel caso in cui le parti in sede di definizione del contratto abbiano rilevato eventuali vizi o adempimenti a carico del proprietario e quest’ultimo non abbia adempiuto è data la facoltà all’inquilino di ridurre il canone in proporzione pari alla diminuzione che tale vizio ha determinato rispetto al canone totale di locazione (si consiglia quindi già in sede di firma del contratto di procedere attraverso una quantificazione del danno in termini economici che potrebbe derivare dall’inadempienza del conduttore).

Leggi anche i nuovi articoli

Canone minimo di affitto

Tassazione Irpef sui canoni di locazione

Disdetta del contratto di affitto

 

Valuta l'articolo
[Totale: 0 Media: 0]

About Tasse-Fisco

Tasse-Fisco
Dottore Commercialista Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili e Revisore Legale con la passione per il diritto Tributario e Societario e Esperto nella Consulenza Aziendale.

1 commento

  1. Salve volevo sapere se è possibile da parte del affittuario, intimidire o molestare tramite raccomandata l’inquilino, a motivo che: invece di pagare il 5 di ogni mese pago al ricevimento della busta paga l’affitto e cioè il 27 di ogni mese.Cosa posso fare se il proprietario dell’immobile vuole mandarmi via?

Per domande su casi specifici o personali, CLICCA QUI
I commenti qui sotto sono dedicati solo a correzioni e suggerimenti in merito al testo dell'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.