HOMEPAGE / Casa, immobili, terreni / Dichiarazione IMU: scadenza, compilazione e presentazione

Dichiarazione IMU: scadenza, compilazione e presentazione

La nuova dichiarazione IMU con l’apposito modello ministeriale a carico dei soggetti possessori che modificano le proprie quote di possesso  delle unità immobiliari nel corso dell’anno (e solo per il 2013 anche quelle del 2012) dovrà essere presentata entro il 30  giugno dell’anno successivo a quello della variazione.

Vi invito a leggere il nuovo articolo dedicato alla dichiarazione e denuncia annuale IMU con nuovi approfondimenti e chiarimenti.

Chi deve presentare la dichiarazione IMU 
I soggetti che sono possessori di unità immobiliari che nel corso dell’esercizio hanno acquistato o venduto o modificato sono obbligati entro 90 giorni dall’accadimento dell’evento a presentare la dichiarazione IMU. Per semplicità potete immaginarla come la dichiarazione ICI che si rendeva obbligatoria per comunicare eventuali variazioni intervenute nelle quote di possessoo situazioni soggettive. La dichiarazione non va presentata ogni anno ma solo allorquando si dovessere presentare modifiche intervenute rispetto all’anno precedente.
A tal proposito la prossima scadenza prevista per l’annualità 2012 scade il prossimo 4 febbraio 2013 poi prorogata al 30 giugno 2013.

Soggetti esonerati dalla presentazione
Forse facciamo prima a trovare chi sono i soggetti esonerati e per differenza quellic he al contrario devono presentarla.
Coloro che sono titolari di immobili non interessati da variazioni nel 2012 o che comunque hanno già presenato in passato la dichiarazione ICI saranno esonerati come anche i proprietari di abitazioni principali.
Per coloro che hanno dato in affitto immobili, considerando che già da qualche tempo è obbligatorio inserire i dati catastali dell’immobile (dal primo luglio 2010) non dovranno presentare anche la dichiarazione IMU mentre per quelli antecedenti a tale dati che non li hanno comunicati dovranno farlo, ma credo che siano situazioni marginali rispetto al totale.

Nel caso di dichiarazione IMU in caso successione  l’agenzia chiarisce che non si deve presentare la dichiarazione di successione se l’erede e il legatario hanno già presentato la dichiarazione di successione in cui sono indicati beni immobili in quanto un principio che ormai deve essere non solo assunto ma anche messo in pratica dagli uffici è che devono parlare tra di loro e non sono i contribuenti che si devono impiccare a compilare 4 o cinque dichiarazioni tutte contenenti le stesse informazioni da inviare a ciascun ufficio in quanto sono gli uffici a dover comunicare tra loro.

Quando si deve presentare la dichiarazione IMU
Entro 90 giorni dall’intervenuta variazione nelle quote di possesso (acquisto o cessione) si sarà obbligati lla compilazione e presentazione della dichiarazione IMU utilizzando il modello appositamente predisposto dal ministero. Tale termine tuttavia è statao prorogato al 30 giugno dell’anno successivo a quello in cui è intervenuta la variazione dal DL 35 del 2013.

Dichiarazione 2013: qualora il decreto Sblocca debiti PA (cosa c’entra direte voi) passa alla camera la dichiarazione IMU  dovrà essere presentata entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello dell’acquisto del possesso dell’immobile o a quello in cui sono intervenute eventuali variazioni.

Dichiarazione IMU 2012
Pertanto, l’attuale termine del 30 novembre per la presentazione della dichiarazione IMU relativa all’anno 2012, stabilito dall’art. 13, comma 12-ter, del D. L. n. 201 del 2011, è posticipato al 4 febbraio 2013, poiché il 3 febbraio cade di domenica. File della dichiarazione IMU editabile.

Come si presenta la dichiarazione IMU con il modello Ministeriale
Il Modello utilizzato per la dichiarazione IMU è stato introdotto dall’articolo 9,  comma  6,  del D.Lgs. n. 23 del 2011. Le modalità di presentazione sono mediante presentazione al Comune, oppure tramite spedizione postale mediante raccomandata con avviso di ricevimento o mediante con posta elettronica certificata da inviare all’indirizzo di posta elettronica del Comune (lo devono avere per legge).

Casi particolari: i fabbricati rurali
Per i fabbricati rurali non censiti la dichiarazione IMU deve essere presentata entro 90 giorni dalla data del 30 novembre 2012, termine ultimo previsto dalla stessa norma  ed  entro  il  quale  deve essere presentata la dichiarazione di detti immobili nel catasto edilizio.

I casi di esenzione previsti precedentemenre per la dichiarazione ICI per gli immobili detenuti enti non commerciali di cui  alla  lettera  i), comma 1, del D.Lgs. n. 504 del 1992 (testo unico ICI) e definiti dal comma 3 dell’articolo 91-bis del Decreto Legge  n.  1  del 2012, non valgono pertanto si dovrà comunque presentare la dichiarazione IMU.

Leggete anche la guida all’IMU dove troverete sintetizzate le caratteristiche del tributo, come calcolarlo, come effettuare il versamento con il modello f24, i codici tributo IMU, ecc.

Su questo sito puoi scaricare la DICHIARAZIONE IMU EDITABILE

Regola d’oro da seguire per non sbagliare: nonostante leggiate chi deve e non deve presenare la dichiarazione IMU chiedete sempre al notaio che si occupa del Rogito se si occuperà di inivare telemticamente la variazione dei dati catastali così non sbaglierete.

NOVITA’: il Consiglio  dei  Ministri  sta valutabdo se prorogare la scadenza per la presentazione della dichiarazione IMU per gli immobili per i quali l’obbligo dichiarativo è sorto dal 1° gennaio 2012 nonchè anche il modello che dovrà essere adottato non anora disponibile, comprensivo delle istruzioni.

Nuove esenzioni e riduzioni

Prima di leggere questo articolo vi segnalo la pubblicazione del nuovo articolo dedicato proprio alle esenzioni e riduzioni dell’IMU e della TASI che recepiscono passo passo le novità introdotte dalle diverse leggi di stabilità, finanziarie e delibere comunali. Leggi quindi l’articolo dedicato alle nuove esenzioni o riduzioni dell’IMU e TASI

Riferimenti normativi
Articolo 13, comma 12-ter del Decreto Legge n. 201 del 2011

P.S.: Vi ricordo inoltre sempre le scadenze dell’IMU.

4 commenti

  1. Come comportarsi ai fini della dichiarazione IMU e MODELLO 730 nel caso di seguito riportato:
    Fino a marzo 2013 un soggetto è proprietario di un appartamento e usufruttuario di altri due appartamenti nella stessa palazzina.
    Vive in uno degli appartamenti di cui è usufruttuario (che elegge quindi ad abitazione principale) mentre nell’appartamento di cui è proprietario vive un figlio, così come nel secondo appartamento di cui è usufruttuario, dove vive un secondo figlio.
    Con atto notarile estingue l’usufrutto su entrambi gli appartamenti.
    Risultato: il figlio vive nell’appartamento di cui è proprietario il padre e il padre vive nell’appartamento di cui è proprietario il figlio.
    Gli immobili sono di identico valore, differiscono per il piano a cui sono locati.
    Grazie a chi riesce ad aiutarmi

  2. Si deve presentarla

  3. Rimango in attesa di vedere il modello ministeriale per la denuncia IMU.

  4. Alessandro Fiore

    Ho venduto un appartamento a Catania il 2 agosto 2012, ed ho la residenza a Torino, a quale dei due Comuni devo presentare la dichiarazione?..

Per domande su casi specifici o personali, CLICCA QUI
I commenti qui sotto sono dedicati solo a correzioni e suggerimenti in merito al testo dell'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.