HOMEPAGE / Fisco Auto e Veicoli / Auto-Autocarro: acquisto auto e immatricolazione come Autocarro a fini Fiscali

Auto-Autocarro: acquisto auto e immatricolazione come Autocarro a fini Fiscali

Prima di tutto definisco la differenza ai fini fiscali che si ha tra autovetture, auto, SUV, macchine ed autocarri aziendali in quanto molto spesso si sente dire che per il risparmio di imposte e tasse, del bollo auto, per rendere i costi deducibili ai fini IRES o della detrazione dell’Iva, è preferibile immatricolare un’auto come fosse un autocarro.
Purtroppo vedremo che tra voci di corridoio e norme il confine non è sottile…

Immatricolare un’auto come autocarro

infatti non permette automaticamente di detrarre i costi dal reddito delle società a cui sono intestate in quanto è sempre fondamentale provare l’inerenza. Per questo nel corso delle verifiche che effettua il collegio sindacale vi sentirete chiedere “Dove ha nascosto la Porsche?” perché alcuni immatricolano autovetture come autocarri che in realtà sono destinate al solo utilizzo del mezzo a fini personali e non sono inerenti l’attività d’impresa (e su queste cercano di fare anche l’RC-AUTO dedicata agli autocarri)
Vi dirò di più, che non solo il costo dell’auto sarà indeducibile ma che rischierete anche il sequestro del mezzo che avete impropriamente destinato ad attività di impresa. Non solo, per riconvertire l’auto da autocarro a trasporto pubblico, sono necessari anche altri costi amministrativi.

Quando è possibile definire un’autovettura come autocarro

Il problema e la risposta alle domanda su quando una macchina è definibile come autocarro o come autovettura deriva ai fini fiscali dalla finanziaria del 2008, o legge 244 del 2007, che ha definito le autovetture ai fini delle imposte sul reddito come quei veicoli che non sono autocarri, autoveicoli attrezzati e carrozzati a pianale o a cassone con cabina profonda o a furgone anche finestrato che sono definiti dal codice della strada nell’articolo 54.
Questo è quanto vale ai fini delle imposte dirette e quindi dell’ires mentre cambia per l’Iva la cui definizione in vece sarà diversa ed oggetto di altro articolo.

Come definire ai fini fiscali un auto come autocarro

Inoltre esiste proprio una formula messa a punto dall’agenzia delle entrate per verificare se il veicolo di massa inferiore alle 3,5 tonnellate e con codice carrozzeria F0 (che trovate sempre nel libretto di circolazione del mezzo) è considerato come autocarro o no, prendendo come riferimento i dati presenti sul libretto della macchina e che in tal modo rendono indeducibili eventuali costi sostenuti per l’acquisto la manutenzione e la gestione dell’auto per difetto di inerenza.

Avendo questi dati: I= Potenza in kw / (portata in Tonnellate – tara in tonnellate)

Se il risultato di questo rapporto è superiore a 180 il veicolo è considerato un autoveicolo, mentre in caso contrario è un autocarro con tutto quello che ne consegue in termini di deducibilità fiscale.
Nei prossimi articolo avrete modo di vedere il regime fiscale degli autoveicoli:

  • Utilizzati esclusivamente come auto aziendali e quindi utilizzo 100% dell’impresa.
  • Utilizzo dell’auto da parte dell’amministratore
  • Utilizzo promiscuo dell’auto da parte del dipendente
  • Utilizzo personale del dipendente
  • Utilizzo solo per i dipendente (indistintamente indicati)

Per ognuno di questi utilizzi viene previsto un regime fiscale in capo alla società che acquista l’auto ai fini della deducibilità del costo e della detrazione dell’iva. Inoltre potremo avere un regime di imponibilità del benefit in capo al dipendente e le modalità di calcolo per determinare quanto costa l’auto che ci viene assegnata in busta paga.
Questo perché se da una parte è vero per un benefit, dovete sapere che questo viene tassato in busta paga parametrato al valore normale del benefit.

Convenienza a immatricolare la macchina o il SUV come autocarro

Qui potete trovare un articolo dedicato alla valutazione della convenienza economica ad immatricolare una macchina come un autocarro così da farvi un’idea in poche parole di quanti soldi effettivamente risparmiate e se ne vale la pena.

Multe per i falsi autocarri

Giusto e utile segnalarvi che le false immatricolazioni come autocarri espongono il contribuente o la società a cui sono intestati ad un possibile accertamento ed una sanzione da € 389 al € 1559 a cui aggiungere anche la sospensione della patente da uno a sei mesi. Questa infrazione potrà essere rilevata da tutti gli organi di controllo polizia, vigili urbani, Guardia di Finanza. Insomma non so dove abitate voi ma andare in giro con il timore che mi sospendono la patente da uno a sei mesi mi sembra eccessivo per risparmiare qualche centinaio o migliaio di euro: non so quanto valga la pena in quanto stare senza patente sarebbe veramente molto più costoso.

Differenze di costi tra assicurazione auto e autocarro

Se volete approfondire il discorso potete anche verificare le eventuali differenze di costi di assicurazione tra autovetture e autocarri.

Differenze fra assicurazione per autocarri e per auto

Trattamento fiscale automezzi per i lavoratori autonomi liberi professionisti con partita Iva

Deducibilità costi auto Professionisti con partita Iva 2019: calcolo e esempi

Per i professionisti intanto vi segnalo questa guida fiscale auto e professionisti.

Aggiornamenti
Super bollo auto grossa cilindrata o SUV Auto: Acquisto o in Leasing? Super Bollo Auto grossa cilindrata 2011

 

Valuta l'articolo
[Totale: 41 Media: 2.6]

About Tasse-Fisco

Tasse-Fisco
Dottore Commercialista Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili e Revisore Legale con la passione per il diritto Tributario e Societario e Esperto nella Consulenza Aziendale.

12 commenti

  1. Avatar

    Buongiorno,io ho un q3 omologato dalla casa madre come autocarro …ho una pizzeria da asporto quindi uso il mezzo per far spesa per il locale e per le consegna….vorrei sapere se posso scaricare il Leasing e Iva??

  2. Avatar

    Buongiorno. Sono un lavoratore dipendente. Vorrei acquistare un piccolo furgone tipo Doblò Maxi, già immatricolato autocarro, che mi supporti nel mio hobby di apicoltore. Per il momento no partita iva. Devo per forza acquistarlo come autocarro? Vedo che i costi di assicurazione sono parecchio elevati, non so che tipo di soluzione alternativa potrei trovare. Grazie

  3. Avatar

    io credo che la legge sia SBAGLIATA e dovrebbe essere rivista perchè io che NON ho la partita iva quindi NON posso scaricare dalle tasse NIENTE ma ho una casa con un bel pò di giardino, se volessi acquistare un pickup e vendere la mia autovettura non posso farlo per dei motivi oggettivi:

    1) NON posso usufruire della classe di merito che ho adesso sulla mia autovettura quindi dovrei farne una ex novo per un totale di circa 1000€ più 30€ di bollo che sarebbe circa il doppio di quello che pago adesso e se faccio il conto per 5/6 anni mi costerebbe un’esagerazione (sull’autovettura adesso in possesso sto in prima classe di merito da molti anni e per i 110kw pago circa 250€ l’anno di assicurazione e circa 340€ di bollo per un totale di 590€);

    2) dovrei stare sempre con la paura che mi ferma un vigile che mi fa passare un brutto quarto d’ora.

    secondo me dovrebbero fare un distinguo tra chi usa l’autocarro per lavoro e GIUSTAMENTE scarica il costo del mezzo e le spese varie dalle tasse e chi lo usa come normale mezzo di trasporto che GIUSTAMENTE NON scarica dalle tasse NIENTE.

  4. Tasse-Fisco

    Si-può-fareeeee!

  5. Avatar

    Salve vorrei acquistare una vettura di seconda mano e trasformarla in autocarro N1 perché ho un piccolo negozio e con quella che ho non riesco a caricare tutto si può fare? E si può acquistare a gpl?
    Grazie

  6. Tasse-Fisco

    Non riesco a comprendere la domanda, potrebbe riformularla? Grazie

  7. Avatar

    Buongiorno,
    Vorrei prendere un famigliare n1 percorro circa 60000 km anno ,50000 per lavoro e 10000 per uso personale. Posso detrarre il costo dell auto e le spese solo in parte ? Tipo 80% ? L autocarro verrebbe immatricolato come F0 furgone

  8. Tasse-Fisco

    Mmm…siamo un pò border line nel senso che la sua attività non è un servizio di charter ma di locazione immobiliare. Lo vedo molto molto stretto come passaggio…….anche se apprezzo lo sforzo nel cercare di attrarre a strumentalità un servizio che effettivamente è strumentale all’attività di impresa, seppur indirettamente. Diciamo che se avesse un flusso di ospiti considerevole lo troverei anche condivisibile. Forse già considerandolo promiscuamente utilizzato ci potrebbe stare di più. Nel senso prende il 50% dei costi e ci calcola il 20%. Per l’Iva detraibile 100%. Molto stretto come passaggio però glielo dico…

  9. Avatar
    Stefania Medici

    Buongiorno, questa la mia richiesta: un’affittacamere può detrarre al 100% i costi di un automezzo con 9 posti che acquista con l’intento di trasportare i clienti dal luogo di arrivo all’albergo o di accompagnarli al ristorante ecc? Grazie

  10. Avatar

    Sono amministratore unico e direttore tecnico di una srl di costruzioni. In azienda abbiamo un RAV4 177cv immatricolato nel 2006 autocarro, come previsto dalla Legge, con la paratia metallica e con la perdita di un posto a sedere. Oggi, vorremmo cambiarlo, prendendo sempre un suv, ovviamente meno potente 124 cv, ma, siamo indecisi sull’immatricolazione, visto che la Legge permette la totale deducibilità anche come macchina aziendale. Cosa ci consigliate??

  11. tassefisco

    Grazie del complimento la finalità è proprio questa:-)

  12. Avatar

    Ottima spiegazione

Per domande su casi specifici o personali, CLICCA QUI
I commenti qui sotto sono dedicati solo a correzioni e suggerimenti in merito al testo dell'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.